EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

 

PRONTO SOCCORSO VETERINARIO
24 ORE SU 24

070 41301 070 41301

Ascaridi: Larva migrante viscerale nell'uomo

La sindrome da larva migrante viscerale è dovuta all'ingestione, da parte del’uomo, di uova infette dell’ascaride “Toxocara Canis”.

Le uova, eliminate con le feci dei cani infetti, diventano infestanti dopo un periodo di una – due settimane.

Le uova, ingerite accidentalmente dall’uomo, penetrano nella parete intestinale, e sebbene non siano in grado di completare il proprio ciclo di vita, migrano attraverso i vari tessuti prima di essere distrutte dal sistema immunitario.

Benché nella maggior parte dei casi la patologia (nell'uomo) sia subclinica (senza sintomi), le larve migranti possono causare forti reazioni granulomatose nel miocardio e nel sistema nervoso centrale. Nell’occhio la larva può provocare cecità.

Prevenzione

Poiché la maggior parte dei cuccioli viene infettata già nell’utero materno, è opportuno iniziare la sverminazione contro “Toxocara Canis”, in tutti i cuccioli neonati (da quando hanno 2-3 settimane di vita) e in tutte le madri, il passaggio delle larve al feto avviene con il latte materno.

Il proprietario del cane deve essere a conoscenza del ciclo di vita del parassita, in modo da prevenire la malattia, eliminando le feci dei cani prima che le eventuali uova in esse presenti inquinino l'ambiente.

Importante

  1. Sverminazione delle cagne.
  2. Effettuare il trattamento dei cuccioli ai 15 giorni di vita.
  3. Ripetere il trattamento dopo 2 settimane dal primo ciclo.
  4. Eliminare le feci.
  5. Tenere l'ambiente scrupolosamente pulito.